Caffè Giacosa – Roberto Cavalli – Firenze

Rilassarsi dopo lo shopping al storico Caffè Giacosa.

Drink after shopping at Caffè Giacosa.

Giacosa

“Confetteria, pasticceria, vini e liquori, restaurant, sala da the, fabbrica di
cioccolata. Fornitori brevettati della Real Casa. Casa Giacosa, fondata nel
1815″.
Così recitava l’intestazione dello storico caffè Giacosa nel 1927,
poco prima che l’attività si trasferisse nella centralissima via Tornabuoni nei
locali dell’ex Casoni, antica bottega con il vanto di aver inventato agli inizi
del secolo scorso il celebre cocktail Negroni.
Ritrovo di una clientela
scelta e raffinata, come il principe Ruspoli, i della Gherardesca, i Torricelli
e i Corsi, il caffè Giacosa divenne centro della mondanità fiorentina, una
“vetrina” raffinata e alquanto prestigiosa per aristocratici e gente del bel
mondo.
Dopo attenti lavori di ristrutturazione e nel pieno rispetto delle
strutture originali, Roberto Cavalli, fiorentino doc legato alle tradizioni, ha
riaperto lo storico “salotto” di Firenze restituendo alla città uno dei più
famosi caffè del centro. Animato da una forte volontà di mantenere intatte tanto
le antiche soluzioni architettoniche quanto la magica atmosfera dell’epoca,
Roberto Cavalli ha conservato non solo l’ovattata eleganza degli ambienti ma
anche i cordiali camerieri che accolgono ancora oggi habitués e non con estrema
disponibilità e savoir faire.

Lo sapevi? il cocktail Negroni fu inventato al caffè Giacosa, allora Casoni, fra il 1919 e il 1920 dal barman Fosco Scarselli, che era solito servire al conte Cammillo Negroni un Americano particolare, a cui veniva aggiunto del gin. Da quel momento, visto il successo che questo drink ebbe, il cocktail fu chiamato Negroni, in onore del conte. Negli anni successivi si sono poi sviluppate altre varianti al famoso aperitivo, che vi proponiamo, fra cui il Negrunge, nostra personale variante al cocktail originale.